Signor _________________________________

Nato a _________________________________ il _____________________

Introduzione: Per disfunzione erettile si intende la costante incapacità ad ottenere e mantenere una erezione adeguata allo svolgimento di un soddisfacente rapporto sessuale. L’opzione chirurgica è rappresentata dall’impianto nei corpi cavernosi di una protesi peniena.

Indicazioni: L’impianto di una protesi peniena viene indicato in tutte le forme di disfunzione erettile che non rispondono ad altri presidi terapeutici o nei casi in cui i trattamenti farmacologici siano controindicati o abbiano determinato la comparsa di importanti effetti collaterali. Le protesi possono essere non idrauliche (semirigide, malleabili etc), e idrauliche (bi o tricomponenti).

Tecnica: Le fasi dell’intervento chirurgico comprendono l’incisione cutanea, l’esposizione dei corpi cavernosi, la scelta ed il posizionamento delle componenti della protesi, il riempimento e lo svuotamento della protesi nel caso si tratti di protesi idraulica. Nel caso di protesi tricomponente, l’intervento viene di solito eseguito in anestesia generale e prevede il posizionamento di due cilindri espansibili a livello dei corpi cavernosi del pene, un serbatoio a livello dello spazio paravescicale o intraperitoneale e una pompa a livello dello scroto. Le tre componenti saranno collegate da sottili tubi di raccordo che decorrono nel sottocute.

Complicanze: La complicanza più significativa è rappresentata dall’infezione che generalmente richiede un reintervento chirurgico con rimozione della protesi. Altre possibili complicanze possono essere suddivise in:

1) chirurgiche: ecchimosi - ematoma - edema - fibrosi - perdita di sensibilità - ritenzione urinaria;

2) meccaniche: rottura - malfunzionamento - perdita di liquido - attivazione e disattivazione spontanea;

3) non meccaniche: infezione - dolore - erosione - necrosi.

Ancora bisogna ricordare che qualsiasi intervento chirurgico in anestesia generale sottopone il paziente al rischio, sia pur minimo di tutte le complicazioni correlate.

Dichiaro di essere stato esaurientemente informato dall’urologo, di aver ricevuto e letto le informazioni pre o post operatorie e di aver letto e ben compreso quanto scritto sopra riguardo i rischi e le complicanze dell'intervento di impianto di protesi peniena idraulica tricomponente.

Il Medico Il Paziente

____________________________ __________________________


Consegnato il ____________________

Firma del paziente ________________________________

Firma del Medico _________________________________